Corri nei Borghi 2017: a Cerete brillano Tariq Bamaarouf e Federica Zanne

Cerete segna l’epilogo di questo emozionante CnB 2017. Una tipica serata montana ha contornato l’attesissima tappa finale del circuito, dando modo al pubblico accorso per l’occasione di godersi l’intera manifestazione minuziosamente organizzata dall’U.S.T.C. Cerete.

Un paese interamente mobilitato ha saputo dare lustro alla serata conclusiva del programma 2017. Sin dalle prime ore del mattino gli amici dell’U.S.T.C. Cerete erano al lavoro in gran forze. Chi sul tracciato, chi in cucina, addetti alla logistica e manovalanza varia, gran fermento per questa ultimissima del criterium. Arrivati i primi atleti ed i primi simpatizzanti tutto era pronto.

Come in tutte le antecedenti prove del circuito anche in questa “4 pass sö e zo per ol pais” le baby run alzano il sipario sul grande circo che è il CnB. Per loro un giro a perdifiato tra le vie del centro storico di Cerete Alto. E come di consueto per tutti un piccolo riconoscimento. Verranno poi premiati i primi tre di ogni categoria maschile e femminile.

Dalle 19:30 invece il gioco si fa’ serio. Prima la sempre più agguerrita NON competitiva, a seguire le due gare FIDAL, femminile e maschile, per un totale di 211 atleti.

Il tracciato si presenta ricco di dislivelli, con due bei rettilinei da sgomitare e tante curve secche a 90° da prenderci le misure. Anche la scalinata della chiesa “la tocca piano”, diversi saranno gli atleti a farla quasi a gattoni. 3 giri che fanno segnare uno sviluppo di circa 4,0 km per i liberi e la femminile, 4 invece i giri per la maschile con circa 5,6 km da affrontare.

E vorrei raccontarvi anche nel dettaglio come sono andate queste gare perché stasera è stato davvero uno spettacolo, ma diverrebbe una noiosissima predica ed abbiamo ancora molto di cui parlare. La prossima volta venite a constatare con i vostri occhi, o, perché no, con le vostre gambe.

Le classifiche di tappa

Nella NON competitiva maschile ad affermarsi sul gradino più alto del podio è Khalfoui Yahya in 13:29. Giungono al traguardo in seconda e terza posizione Nicola Serpellini e Emanuele Orsini rispettivamente in 13:29 e 13:32.

Per la NON competitiva femminile invece a tagliare il traguardo con il tempo di 15:26 è Chiara Begnis. Fissano il crono in 17:05 e 17:22 rispettivamente col secondo e terzo miglior piazzamento Denise Dedei e Giulia Benintendi.

Le atlete in gonnella FIDAL vedono la vittoria di Federica Zanne che con il tempo di 14:20 si conquista il III° Trofeo a.m. Luigi Loda. Dietro lei, per una manciata di secondi, troviamo Clara Faustini (14:27) e Chaima Othmani (14:34).

Dalla 4ª alla 10ª posizione: Mara Ghidini, Irene Faccanoni, Mame Daba Mbegue, Erica Schiavi, Sara Nadir, Sabrina Passoni e Rita Lilia Quadri.

I leoni FIDAL calcano il tracciato per ultimi come oramai siamo abituati a vedere. Tariq Bamaarouf alla fine si aggiudicherà il XII° Trofeo a.m. Paolo Zambetti bloccando lo score in 16:17. 2° piazzamento per Ahmed Ouhda in 16:20 e medaglia di bronzo per Francesco Agostini che fa registrare il tempo di 16:26.

Nella top ten maschile troviamo: Sebastiano Parolini, Matteo Bossetti, Nicola Nembrini, Antonino Lollo, Iacopo Brasi, Mattias Guerini e Marco Spreafico.

Classifiche generali

Concluse le premiazioni di tappa si passa alle premiazioni del circuito.

Ahmed Ouhda e Federica Zanne vengono incoronati vincitori del XII° Corri nei Borghi!

La costanza e la partecipazione di settimana in settimana li ha ripagati delle fatiche spese. Noi tutti ci complimentiamo con loro per il bel traguardo raggiunto.

Nei migliori dieci per la competitiva maschile di quest’anno: Nicola Nembrini, Luca Magri, Matteo Bossetti, Sebastiano Paorolini, Taofique El Barhoumi, Danilo Bosio, Yassine Rachik (con 3 partecipazioni), Hamid Kayat e Filippo Ba.

Le quote rose per la competitiva femminile sono invece: Mara Ghidini, Clara Faustini, Irene Faccanoni, Erica Schiavi, Mame Daba Mbegue, Sara Nadir, Nives Carobbio, Chaima Othmani e Elena Ghidini.

Per la NON competitiva premiati i 5 migliori atleti maschili e le 5 migliori atlete femminili. Per gli uomini: Nicola Serpellini, Emanuele Orsini, Daniel Guerini, Matteo Visini e Stefano Pedrana. Per le donne: Denise Dedei, Giulia Benintendi, Alessia Contessia, Cinzia Armati e Lucia Marinoni.

Si passa poi al nuovo trofeo aggiunto quest’anno che premia le società più partecipative all’interno del circuito sommando il punteggio di tutti gli atleti delle competitive di tutte le gare, il Trofeo a.m. Danilo Fiorina. Riconoscimento fortemente voluto dagli amici di Cerete in ricordo di uno dei principali fautori del circuito prematuramente scomparso l’anno passato. Noi tutti abbiamo abbracciato la loro volontà non solo per il premio in se stesso, ma bensì per l’ideale che ci accomunava, perché il caro Danilo manca un po’ a tutti noi.

Ed è Il G.A.V. che si aggiudica il primo titolo di società con il miglior punteggio finale, seguito a ruota dal Pool Soc. Atl. Alta Val Seriana (società organizzatrice del circuito) e dall’Atletica Casazza che completa il podio società.

Note finali

Questa notte, prima di lasciarvi con tutti i link di riferimento ed i soliti 4 scatti freschi di serata, voglio spendere due parole in più. Due parole in merito a questa bella esperienza vissuta per il 3° anno consecutivo da operatore per il circuito CnB.

Ogni tappa un’avventura. Ogni tappa differente dall’altra. In primis la bella scoperta da parte mia di Gandellino, dove non avevo mai partecipato come fotografo ma che ho saputo apprezzare per l’impegno messo da parte di tutti gli organizzatori. A seguire Clusone, tappa oramai collaudata ma che ogni anno riesce a strabiliare per pubblico, affluenza atleti di spessore e per le sue ricche premiazioni. Bossico e Sovere sono forse le sole due che vanno quasi di pari passo avendo un’organizzazione pressoché simile. Due tappe che riescono sempre a mettere grinta e energia in qualsiasi momento della serata. Si è passati poi per l’allegria contagiosa di Parre che fa’ sempre di un evento una festa, di una gara uno show. E per finire Cerete, che con la determinazione di tutti i volontari ha proposto una serata conclusiva al di sopra di qualsiasi aspettativa.

Sovente è la ridondanza ciclica di una parola troppo spesso usata e, ultimamente, abusata: passione. Una parola che frequentemente mistifica egocentrismo e, ahimè, interessi personali. Ebbene non mi sentirete usare questa parola per raccontarvi ciò che ho visto e vissuto in queste 6 settimane. Non ho visto passione ma dedizione, impegno, sacrificio, costanza, professionalità e gioia. Questi sono stati gli elementi che ho riscontrato ad ogni prova. Questo è quello che ogni anno ritrovo nel circuito.

Persone con grande spirito e con tanta voglia di fare bene. Persone che non vogliono stare sotto i riflettori ma che i riflettori li puntano sugli atleti. Certo, spunti migliorativi ce ne sono e ce ne saranno sempre, ma questo è l’elemento imprescindibile di una crescita costante. Quindi, proprio per tutto quanto appena predetto, porgo i miei più sinceri complimenti a tutti quanti abbiano partecipato in maniera costruttiva alla buona riuscita di questo XII° Corri nei Borghi. Dai volontari agli operatori, dai Comuni interessati a tutti gli sponsor che hanno creduto in quanto si è fatto nel corso di questi anni.

Un ringraziamento speciale anche a tutti quanti hanno partecipato alle gare, competitive, NON competitiva e, perché no, anche alle baby run. Speriamo di rivedervi con la stessa voglia e gli stessi sorrisi anche l’anno venturo.

Come promesso vi lascio con i link di riferimento dove potrete trovare quanto è stato fatto, scritto, girato e fotografato nel corso di questa edizione:

 

Ovviamente a piè pagina le fotografie della serata appena conclusa, l’intero album fotografico nel corso dei prossimi giorni nella sez….ma che ve lo dico a fare, tanto oramai lo sapete no?

Vi lascio con un abbraccio e vi dò appuntamento all’anno prossimo.

Alex

2 Replies to “Corri nei Borghi 2017: a Cerete brillano Tariq Bamaarouf e Federica Zanne”

  1. Sempre grazie Alex per le splendide foto ma anche per i puntuali commenti .. grandi fatiche anche per il fotografo … grande passione e professionalità CIAO alla prossima edizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *